venerdì 1 giugno 2012

RACCONTO DELLE GIORNATE DI SPORTINZONA2


E’ Stata una due giorni piena di soddisfazioni quella che ci ha visti impegnati  all’interno della festa “Via Padova è meglio di Milano”. 
L’associazione sportiva Sportinzona Melina Miele, dopo il riuscitissimo evento dell’ anno scorso all’ interno della scuola media Rinaldi con il primo trofeo Melina Miele, quest’anno ha voluto fare le cose un po’ più in grande organizzando SPORTINZONA2 : un weekend ricco di sport, aperto a tutti, dove l’aggregazione e la socializzazione sono stati i punti cardine di tutti gli eventi.
Andiamo però con ordine. Prima di tutto i ringraziamenti :
-          Ringraziamo in primis l’oratorio di san Crisostomo per l’ospitalità e per la pazienza avuta in questo periodo nell’ ascoltare e nell’ esaudire tutte le nostre richieste. In particolare un particolare grazie va a Don Nicola che è sempre stato disponibile a collaborare e a confrontarsi con noi.
-          Un grazie particolare va anche alla polisportiva San Crisostomo per le strutture messe a disposizione per l’evento e per l’importante collaborazione offerta nella preparazione dei campi e delle strutture che hanno permesso a tutti di poter partecipare alle attività sportive con il minimo disagio possibile
-          Un grosso ringraziamento va a UISP Milano con la quale abbiamo fin da subito intrapreso una bellissima collaborazione che ha portato a questi magnifici 2 giorni di sport (e non solo), evento finale di un percoso inziato proprio in questo anno con il progetto “Diritti in campo”. In questo senso un grazie particolare a Luca e Francesco con la quale abbiamo progettato tutto l’evento dall’ inizio alla fine.
-          Parlando di UISP non possiamo non ringraziare gli arbitri che nella 2 giorni si sono routati per arbitrare tutte le partite del mondiale di via Padova.
-          Grazie all’ ULTIMATE FRISBEE MILANO  per aver aderito alla festa con un gran numero di ragazzi sempre pronti a dare una mano. Una collaborazione preziosa che è stata utile pure a noi per conoscere un bellissimo sport di squadra che in Italia ha ben poca visibilità. Anche in questo caso ci sentiamo in dovere di ringraziare in particolare Flavia per aver gestito in maniera fantastica l’evento frisbee all’ interno della festa.
-          Grazie al gruppo CAPOEIRA SOU EU e al suo referente Mattia che si sono resi disponibili da subito e con grande entusiasmo ad esibirsi in un magnifico spettacolo che sola la pioggia è riuscita a fermare. Siamo sicuri che ci saranno altre mille occasioni per altre collaborazioni.
-          E infine un infinito grazie a tutte quelle persone che hanno partecipato alla festa : alle ragazze e ai ragazzi del mondiale di Via Padova e alle ragazze e ai ragazzi che hanno popolato il centro durante le attività sul frisbee e durante i tornei di street soccer, basket e volley. Non possiamo non ricordare tutti gli amici di Sportinzona che con il loro entusiasmo e il loro aiuto ci hanno permesso di garantire un buon funzionamento di tutta la 2 giorni. E’ sempre a loro che ci rivolgiamo quando abbiamo bisogno di aiuto e come sempre la loro risposta è positiva e propositiva : non finiremo mai di ringraziarvi !

Analizziamo ora le singole attività svolte durante la due giorni di SportinZona2 :
  
ULTIMATE FRISBEE
Il sabato mattina alle ore 10.30 si è svolto un laboratorio sportivo di Ultimate Frisbee che, grazie appunto alla partecipazione dell’ Ultimate Frisbee Milano, ha visto una ventina di bambini imparare i fondamentali di questo sport: dalle regole a come lanciare in maniera corretta il disco. Un’ attività che ha entusiasmato i bambini presenti, molti dei quali interessati a come dare continuità alla pratica di questo sport, e che ha incuriosito chi è stato spettatore “non attivo”.
Alle ore 16 del sabato i ragazzi dell’ Ultimate Frisbee Milano hanno, invece, organizzato una partita di esibizione giocata direttamente da loro e supportata da un commento tecnico che spiegava a tutti i presenti le azioni, i movimenti e in generale il funzionamento di questo sport. E’ stata un’ ora appassionante e molto coinvolgente che ci ha visti tutti bloccati nell’ assistere per la prima volta ad una partita di questa disciplina.

TORNEI STREET
Domenica dalle ore 15.00 sono partiti i tornei di street basket, street volley e street soccer sui campi in asfalto. Tutti i tornei sono stati giocati a squadre di 3. Nonostante la pioggia costante numerosi ragazzi hanno partecipato, dando vita a delle partite giocate con molto impegno.
14 squadre si sono alternate sui tre campi di gioco per tutto il pomeriggio con il personale di Sportinzona occupato nella gestione dei tornei e nell’ arbitraggio. Il rischio che la pioggia potesse rovinare la parte “street” della 2 giorni era alta e invece ci siamo scontrati subito con una grossa partecipazione e una voglia di giocare che è andata oltre al maltempo.
Complimenti a tutti i ragazzi che hanno preso parte ai giochi, con la vostra passione ci avete emozionato.

CAPOEIRA
Come già detto prima purtroppo lo spettacolo di capoeira è saltato a causa della pioggia. L’impossibilità di avere a disposizione un luogo coperto in cui esibirsi e il fatto di non poter assolutamente bagnare gli strumenti hanno fatto si che Sportinzona già nel primo pomeriggio decidesse la sospensione dello spettacolo che era previsto per le 16.00.
Ribadiamo comunque i nostri ringraziamenti a Mattia e a tutto il gruppo CAPOEIRA SOU EU per la collaborazione e per l’entusiasmo messo nell’ organizzazione dello spettacolo . Sarà per la prossima volta ne siamo sicuri !

MONDIALI DI VIA PADOVA
TORNEO MASCHILE
Il mondiale di Via Padova maschile è stato giocato nel campo a 5. Otto squadre divise in due gironi con solo girone di andata. Presenti le seguenti squadre : Club Deportivo Ecuador, International Perù, Naga con due squadre, Alqafila, Brucaliffo, Egitto e Casa della Carità.
Siamo rimasti molto sorpresi dal livello delle squadre che sono scese in campo. Delle formazioni messe in campo molto bene, abituate a giocare insieme e che hanno dato vita a delle eliminatorie molto agguerite. Alla fine entrambe le formazioni del Naga sono giunte in semifinale facendo vedere un ottimo calcio ma nessuna delle due è riuscita ad accedere alla finalissima che invece ha visto protagonisti Club Deportivo Ecuador ed Egitto. Una finale coinvolgente, giocata molto bene da entrambe le squadre e, come in ogni buona partita di calcio, con delle decisioni discusse da parte dell’ arbitro. Alla fine forse la partita è stata decisa da chi è riuscito a restare più calmo durante la gara e la vittoria è andata ai ragazzi dell’ Ecuador aiutati anche da un folto pubblico che lo ha incitato per tutta la partita. Complimenti comunque ai ragazzi dell’ Egitto che hanno dimostrato di poter battere chiunque.
Non possiamo non ricordare anche le ottime prestazioni dei giovanissimi ragazzi della Casa della carità, dei ragazzi di Alqafila che nonostante i numerosi acciacchi non hanno mollato fino a quando hanno potuto, dell’ International Perù e del loro attaccamento alla maglia, dei magnifici ragazzi del Brucaliffo sempre pronti ad accogliere tutto con il sorriso.

TORNEO FEMMINILE
Il mondiale di Via Padova femminile è stato giocato nel campo a 7. Otto squadre divise in due gironi con solo girone di andata. Presenti le seguenti squadre : Club Deportivo Ecuador, Emelec, Union SPEB, Club Deportivo Salvador, Union Salvadoreña, Everton , Bolivia e Allianza SudAmericana.
Diciamo che in questo caso, oltre ad essere rimasti impressionati dalla qualità del torneo, ci siamo confrontati con una volontà da parte delle ragazze che ci ha insegnato tanto. Durante la domenica hanno voluto onorare il torneo giocando per ore su un terreno di gioco al limite della praticabilità, alternandosi tra il nostro campo e un altro torneo.
Alla fine dei gironi le quattro squadre che hanno avuto accesso alle semifinali sono stati Alianza Sudamericana, Union SPEB, Union Salvadoreña e Club Deportivo Ecuador. La prima partita ha visto accedere alla finalissima le ragazze dell’ Union SPEB che hanno avuto la meglio sulle forti ragazze dell’ Alianza solo dopo i calci di rigore al termine di una lunga partita molto equilibrata. L’altra seminfinale merita un discorso a parte visto che non è stata giocata e che ha visto passare a tavolino alla finale le ragazze del Club Deportivo Ecuador. Un problema organizzativo sia nostro sia dell’ altro torneo giocato in concomitanza, non ha permesso alle ragazze salvadoreñe di arrivare in tempo. Il freddo e il tardo orario ci hanno costretti a prendere questa decisione che è stato l’unico momento critico della 2 giorni. Non finiremo mai di scusarci con l’ Union Salvadoreña che, tra l’altro, fino a quel momento era la squadra che secondo noi aveva espresso il miglior calcio. Speriamo di vederle al più presto prendersi una bella rivincita!
La finalissima ha visto protagoniste l’ Union SPEB e il Club Deportivo Ecuador.
Dopo un’ interminabile mezz’ora, dove solo la grinta di queste ragazze ha prevalso sull’ inevitabile stanchezza, il campo ha decretato, anche nel femminile, l’Ecuador campione battendo di misura le ottime ragazze dell’ Union SPEB.
Una nota di merito va anche alle altre squadre eliminate nella fasi a gironi, in alcuni casi, solo per differenza reti. Emelec , Everton, Club Deportivo Salvador e Bolivia : quattro squadre che in altre occasioni e con un po’ più di fortuna siamo sicuri di vedere nelle prime posizioni di qualsiasi campionato.

Insomma per chiudere è stata un esperienza estremamente positiva che speriamo di poter riproporre l'anno prossimo facendo tesoro degli errori organizzativi di quest'anno e facendo affidamento sulla passione e il coinvolgimento di tutti evidenziata in questo magnifico weekend.

Per vedere la foto di Sportinzona2  cliccate qua