venerdì 16 marzo 2012

FOTO NO LEAGUE - SOCIAL FOOTBALL








STORIA DI UN GOL ... ANZI DI UNA RETE

Nel 2009 gli operatori di due centri di aggregazione giovanili milanesi di zona 2 il cag Tarabella e il cag Tempo per il barrio organizzano un quadrangolare tra le squadre dei centri, la TARABARRIOS CUP, riprendendo il filo conduttore che aveva legato le realtà socio educative milanesi nella rete territoriale Ambaradan.

Nel 2010 la rete si amplia coinvolgendo 14 squadre che creano un tavolo tecnico e operativo per lorganizzazione di un torneo più strutturato denominato Ambarabacci cico gol; Con questa iniziativa si vuole unire allo sport la socialità, la musica la creatività arrivando ad organizzare un evento finale  che coinvolge più di 300 ragazzi.

Nel 2012 la rete delle realtà che operano nel settore socio-educativo milanese ha un nome, Quelli che in rete, il torneo di calcio nel  prende il volo con 18 squadre e diventa :No league, si unisce al torneo di calcio uno di pallavolo, la creazione di un evento finale in cui si prevede parteciperanno circa 500 ragazzi.

Nel frattempo un gruppo di educatori e operatori del sociale che vedono nello sport uno strumento fondamentale per il raggiungimento di obbiettivi quali laggregazione, la socializzazione e linclusione, fa nascere lassociazione sportiva dilettantistica Sportinzona Melina Miele,con lo scopo di essere infrastruttura per le realtà che operano nel sociale come quelle coinvolte in Quelli che in rete con le quali collaborare per eventi sportivi.UISP e Internazionale F.C. credono grazie alla mediazione dellasd Sportinzona Melina Miele che promuove il progetto, nella possibilità di supportare il tavolo di rete con risorse e competenze proprie per le attività calcistiche.
Si riesce grazie al protocollo di UISP con lInternazionale F.C. a supportare il torneo con:

•arbitraggi
•Gestione dati, classifiche, e tesseramenti
•Corso di formazione per arbitri rivolto ad adolescenti dei cag e dei centri diurni
•workshop di formazione tecnica per operatori su regolamento e conduzione arbitrale
•Seminario tecnico di formazione su tecniche di allenamento e gestione del gruppo sportivo, svolto da personale tecnico di F:C Internazionale
•Evento sportivo allo stadio G.Meazza di Milano

martedì 13 marzo 2012

GIOVANI E SPORT

Lo sport dal nostro punto di vista, avvicina i ragazzi in un modo divertente e finalizzato alle regole che ogni gioco sportivo porta con sé, e la capacità di confrontarsi e collaborare con i compagni di gioco, confrontandosi positivamente con la propria competitività, è un passo importante per riuscire a comprendere ed accettare anche le regole che esistono anche al di fuori di un campo sportivo

Lo sport permette di canalizzare energie e prevede un progetto di evoluzione e adattamento; le attività di calcio, pallavolo, e pallacanestro sono particolarmente gradite ai ragazzi e offrono occasioni di socialità, di crescita personale e di promozione del corretto utilizzo di strutture pubbliche. Si tratta di un’offerta di attività adeguata a questa fascia di età,11/21 anni, che prevede il sostegno alla crescita e la prevenzione del disagio.
Le nostra attività sono tutte gratuite e raggiungono in questo modo anche quella fascia di popolazione che per motivi di condizione socio-economica non è in grado di accedere alle altre strutture.

Il punto di forza dell’offerta sportiva ai giovani da parte della realtà “Quelli che in rete” è la padronanza delle dinamiche complesse legate all’adolescenza con operatori professionali che in qualità di educatori riescono a coniugare lo sport come strumento di aggregazione, inclusione, e come veicolo per il benessere.

La sostenibilità della rete è garantita dall’apporto lavorativo dei lavoratori e delle realtà di appartenenza che credono in un’ ottica progettuale nella rete, come punto di partenza mai di arrivo, per percorsi di condivisione e crescita della collettività e del territorio.

martedì 6 marzo 2012

NO LEAGUE - SOCIAL FOOTBALL

NO LEAGUE - SOCIAL FOOTBALL

Albania, Bangladesh, Bulgaria, Brasile, Cina, Colombia, Egitto, Equador, Filippine, Mauritius, Marocco,Pakistan, Perù, Ucraina, USA... da qui arrivano i giovani italiani che partecipano alla No League 2012.
Un torneo di calcio a 5 (17 squadre, 4 gironi, 350 ragazzi suddivisi nelle categorie PICCOLI e GRANDI) che è partito lo scorso 27 febbraio per concludersi a fine maggio.
Promosso da "Quelli che in rete" (formato da un gruppo di operatori ed educatori dei centri di aggregazione giovanili e socio educativi di Milano) e sostenuto dal Protocollo d'intesa siglato lo scorso anno da UISP Milano e FC Internazionale.

Il protocollo si è rivelato un prezioso sostegno alle attività sportive di quelle realtà che quotidinamente presidiano le nostre periferie, garantendo, tra mille difficoltà, un percorso di socializzazione e crescita per tanti adolescenti.

Tra qualche anno molti dei partecipanti alla No League 2012 diventeranno cittadini italiani. Oggi sono in una sorta di limbo giuridico, in attesa del compimento del 18 anno di età, che non ha più ragione d'essere. Un cono d'ombra nel quale si vuole nascondere la parte più vitale e dinamica del nostro paese, correndo così il rischio di vedersi sottratte in futuro, capacità e risorse preziose.

Il contributo formativo del progetto non si esaurisce con la parte "di gioco". Per i ragazzi più grandi è previsto un corso per arbitro di calcio UISP finalizzato alla collaborazione attiva di questi giovani nel circuito della Lega Calcio del Comitato milanese. Uno strumento che potrà fornire ai ragazzi capacità decisionali, di relazione e perchè no un piccolo passo verso un'indipendenza economica.

Per gli operatori e gli educatori, in collaborazione con i tecnici della società nerazzurra, si realizzerà un workshop formativo sulle tecniche di allenamento e gestione dei gruppi sportivi. Questo per dare maggiori competenze ed efficacia, al loro intervento in ambito sportivo all'interno dei centri giovanili.

Per i risultati, le classifiche e le attività fuori campo della No League vi invitiamo a seguirci su facebook e sui siti lega calcio uisp milano....

WORKSHOP FORMATIVO

Protocollo d'intesa FC Internazionale – UISP Comitato di Milano

Agli operatori/trici delle realtà socio educative aderenti all' iniziativa “No League”

Milano, 2 marzo 2012

Oggetto: Comunicazione su workshop di formazione sportiva per educatori.

Con la presente si comunica che, nell'ambito delle attività previste nella proposta progettuale “No League”, il previsto workshop formativo si svolgerà il prossimo 5 aprile 2012 dalle ore 9.00 alle ore 13.00 presso il centro L'Amico Charly (Officina dei Giovani – Via Don Guerzoni, 23 Milano).
Il modulo formativo ha lo scopo di fornire agli operatori dei centri educativi ed aggregativi elementi di base sulle tecniche di allenamento e gestione dei gruppi sportivi.
Sarà promosso e condotto dai tecnici di Intercampus e vedrà una prima parte teorica della durata di 2 ore che, partendo dalle esperienze del progetto della società nerazzurra, darà elementi di analisi ed intervento sulle dinamiche di aggregazione e gestione dei gruppi sportivi in ambito sociale.
Le successive 2 ore vedranno i partecipanti, guidati dai tecnici, impegnati “sul campo” con
dimostrazioni pratiche. Qui si evidenzieranno le tecniche di allenamento calcistico che fanno
emergere più la parte legata al “gioco” e alla crescita dei giovani, beneficiari ultimi delle attività sportive e ricreative.

Relatori workshop:  Responsabile tecnico organizzativo Intercampus: Aldo Montinaro.
Tecnici formatori: Alberto Giacomini e Juri Monzani.

Informazioni ed adesioni al workshop vanno fatte pervenire a: sportinzona@libero.it e dovranno contenere necessariamente:
– Nome e Cognome Operatori/trici partecipanti.
– Centro educativo, aggregativo,etc.
– Recapito telefonico e/o contatto mail.

NB. La conferma dell'accettazione della domanda d'iscrizione è condizione necessaria per la partecipazione al modulo formativo.

venerdì 2 marzo 2012

RIPRISTINO DEGLI SPAZI PER ATTIVITA' SPORTIVE SOCIALMENTE UTILI

28-09-2011 QUANDO LE SFORBICIATE RAPANO A ZERO

02-12-2011 LETTERA ALL' ASSESORATO ALLO SPORT TRAMITE UISP 

LETTERA ALL' ASSESSORATO DELLO SPORT

Asd “Sportinzona Melina Miele” Via Belinzaghi 6 Milano
A: Assessore allo sport del Comune di Milano  D.ssa Chiara Bisconti

cc: Presidente UISP Comitato Territoriale di Milano  Dott. Antonio Iannetta


Milano, Venerdì 2 dicembre 2012

Oggetto: richiesta di ripristino spazi orari gratuiti a Cag e centri diurni in strutture sportive comunali per attività sportive socialmente utili in centri sportivi Milanosport.


L' ASD “Sportinzona-Melina-Miele” con un comitato di rappresentanza dei servizi coinvolti, ha partecipato, grazie alla mediazione del Comitato territoriale  UISP  di Milano all'incontro di Venerdì 25 Novembre in Assessorato allo Sport per far conoscere le esigenze di diverse realtà socio-educative (Coop. Sociale “Tempo per l'infanzia”- “Cag Tarabella” per Consiglio di zona 2 Comune di Milano- Associazione nazionale per la tutela della fanciullezza e dell'adolescenza ), legate alla revoca della concessione per l'utilizzo gratuito degli spazi sportivi comunali nei centri di Milanosport Spa.

Avendo colto l'intenzione da parte dell'amministrazione pubblica, nella persona dell'assessore Chiara Bisconti, di ovviare a questa situazione problematica, con la presente intendiamo comunicare le specifiche delle gratuità revocate, chiedendo contestualmente il ripristino degli spazi fino alla scadenza di Giugno 2012.

Le realtà coinvolte con campi da gioco e orari di utilizzo “abituali” sono:

                     Coop. Sociale “Tempo per l'infanzia” con Centro diurno e Cag ”Tempo per il Barrio”: martedì e giovedì tensostruttura di calcio a 5 dalle 17.00 alle 18.00 del centro sportivo “Cambini-Fossati” di Milanosport in Via Cambini n. 4, Milano.
                     Cag Tarabella: lunedì tensostruttura di calcio a 5 orario 16.30-18.30 -giovedì palestra Giordani orario16.00-17.00 del centro sportivo “Cambini-Fossati” di Milanosport in Via Cambini n.4, Milano. (TENSOSTRUTTURA O PALESTRA??) (PALESTRA GIORDANI E' DENTRO CAMBINI??)
                     Associazione nazionale per la tutela della fanciullezza e dell'adolescenza: Cag e centro diurno giovedì dalle 17 alle 19 e venerdì dalle 17  alle 18  campo N°1 (tensostruttura) presso il Centro Sportivo Crespi di Via Peroni n. 48, Milano

Partendo dal costruttivo incontro avuto il 29 scorso, vorremmo porre la questione circa il ripristino della “convenzione”, chiedendovi con quale modalità vada esplicata, e se per il futuro vi è la  possibilità di modulare la richiesta diversamente da prima in termini di eventuali cambiamenti di orario e di utilizzo degli spazi.
Vorremmo infine segnalarle che le attività educative dei servizi sono su tutto l'arco dell'anno solare, mentre le gratuità sono solo sull'anno scolastico e a semestri, questo con una progettualità dei servizi rispetto alle attività sportive che è programmata su più anni risulta fortemente limitante.

Ringraziandovi sentitamente per l'attenzione e la sensibilità dimostrata nell' accoglienza della richiesta e della capacità di leggere il bisogno vi porgiamo i più distinti saluti.

Asd “Sportinzona Melina Miele”.  sportinzona@libero.it
Coop. Sociale “Tempo per l'infanzia”. info@tempoperlinfanzia.it
Cag Tarabella, consiglio di zona 2 Comune di Milano. cristina.soffiantini@comune.milano.it
Associazione nazionale per la tutela della fanciullezza e dell'adolescenza. puntevirgola@fanciullezza.org